Condividi questa pagina sui Social Network:
stampa e-mail aggiorna la pagina

organizzazione

Azione Cattolica 'Maria Immacolata'

Il Presidente Carmela Mascio

“Ho deciso di dedicare la mia esistenza all’educazione dei ragazzi, all’esercizio quotidiano della Carità cristiana e alla preghiera, secondo lo stile sincero e gioioso di San Francesco e delle Suore Francescane Missionarie del Sacro Cuore di cui vivo lo spirito e condivido il cammino, sentendomi “di famiglia” da sempre”.

Sono nata a Roma il 23/05/’68. Ho frequentato l’ex istituto magistrale ”Maria Immacolata” di Via Tor de’ Schiavi 150 dove, attraverso le attività offerte ho conosciuto e mi sono innamorata, prima del Francescanesimo e poi dell’Azione Cattolica: dal 1983 sono sempre rimasta al fianco della Congregazione di cui ha pian piano ho conosciuto lo spirito ed il carisma partecipando a tutte le attività proposte, affiancando le Suore e dando vita a nuovi progetti e sperimentazioni pastorali.

Ho conseguito il diploma di laurea in Scienze Religiose, diverse specializzazioni didattiche e un master di Bioetica, sono una insegnante elementare convinta. Divido il mio tempo tra l’impegno di presidente dell’A.C. dell’Istituto, Delegata A.C.R. per la Regione Lazio e membro della Commissione Formazione della Diocesi e della Commissione Famiglia di Roma, “facendo quotidianamente base” presso l’Istituto. Dal 16 aprile 2010 sono una Laica Associata.

Mi sono consacrata privatamente a Lourdes nel 1986 con la benedizione dell’allora Vicario di Roma Ugo Poletti ed ho deciso di dedicare la mia esistenza all’educazione dei ragazzi, all’esercizio quotidiano della Carità cristiana e alla preghiera, secondo lo stile sincero e gioioso di San Francesco e delle Suore Francescane Missionarie del Sacro Cuore di cui vivo lo spirito e condivido il cammino, sentendomi “di famiglia”da sempre.

Colui al quale è affidata l’obbedienza e che è ritenuto maggiore, sia come il minore e servo degli altri fratelli e usi ed abbia nei confronti dei fratelli quella misericordia che vorrebbe fosse usata verso di sé. L’uno lavi i piedi all’altro.
S. Francesco (FF197) (FF23)